Le migliori citazioni di motivazione sportiva

A darci i migliori spunti per proseguire il nostro cammino di costante miglioramento sono gli esempi di chi in passato e nel presente ci ha voluto raccontare la propria esperienza o semplicemente farci riflettere su un differente modo di vedere le cose.

 

Se, infatti, la vera motivazione deve sempre essere ricercata nel proprio io più profondo, nei momenti di sconforto, dopo una caduta o semplicemente quando la stanchezza si fa sentire, possiamo farci aiutare da chi ha già percorso la stessa strada, affrontato gli stessi ostacoli e provato le stesse sensazioni.

I grandi sportivi

Chi meglio di loro sa cosa deve affrontare un atleta.

Ed è Babe Ruth a darci un assaggio di cosa possa fare la motivazione con una frase che resta ancora tra le più belle di sempre “non si può battere la persona che non molla mai”.

Sullo stesso avviso è anche un altro mito, Michael Jordan, che confessa “nella mia vita ho sbagliato più di novemila tiri, ho perso quasi trecento partite, ventisei volte i miei compagni mi hanno affidato il tiro decisivo e l’ho sbagliato. Ho fallito molte volte. Ed è per questo che alla fine ho vinto tutto. Posso accettare la sconfitta, tutti falliscono in qualcosa. Ma non posso accettare di rinunciare a provare”.

E a ricordarci quanto è importante concentrarsi sulle nostre potenzialità è anche l’incredibile Alex Zanardi “quando mi sono svegliato senza gambe, ho guardato la metà che mi era rimasta, non la metà che era andata persa. Non volevo dimostrare niente a nessuno, la sfida era solo con me stesso”.

Rimanere concentrato e puntare l’obiettivo era anche il mantra di Muhammad Ali che consiglia “volteggia come una farfalla e pungi come un’ape” mentre ci ricorda che “dentro o fuori dal ring non c’è niente di male a cadere, è sbagliato rimanere a terra”.

Dello stesso avviso anche uno degli allenatori più grandi di tutti i tempi, Vince Lombardi, che recita “ non importa quante volte cadi, ma quante volte cadi e ti rialzi”.

Non solo sport

Le citazioni più amate dagli atleti non arrivano solo dal mondo dello sport, ma da chiunque possa ispirarli e spingerli a dare il massimo per realizzare i propri sogni.

E del resto come ci ha insegnato Nelson Mandela “un vincitore è un sognatore che non si è mai arreso”.

Lo sport in fondo è come una battaglia, così le parole di Sun Tzu sembrano perfette nella frase “i guerrieri vittoriosi prima vincono e poi vanno in guerra, mentre i guerrieri sconfitti prima vanno in guerra e poi cercano di vincere”.

L’importante per tutti è continuare a lottare, come disse Gothe “come raggiungere un traguardo? Senza fretta ma senza sosta”.

E dal passato anche Abramo Lincoln ci ricorda “decidete che una cosa si può e si deve fare e troverete il modo” e in fondo non è proprio questo il senso dello sport, quello di credere di arrivare proprio la dove ora sembra impossibile ma… se mi alleno ancora e lotto ancora e ci credo ancora forse domani allungando la mano arriverò anche a toccare l’impossibile.